Nell’anno 1948 Mario Moschi, Bruno Catarzi,Delio Granchi e Girolamo Bonomi – quattro scultori della zona di Firenze comprendente piazza Donatello, via degli Artisti, via dei Della Robbia e piazza Savonarola, destinata nel 1874 dalle autorità cittadine dell’epoca a studi per pittori e scultori – decisero di organizzare una mostra d’arte nella piazza Donatello, la più nota e la più bella del quartiere e già, nella buona stagione, luogo d’incontro di artisti.
Nell’anno successivo nacque il Gruppo Donatello Arte e Sport, così denominato perché alla mostra d’arte erano abbinate corse ciclistiche per dilettanti, con in palio un trofeo bronzeo originale e irripetibile, modellato a turno da uno degli scultori.
Dopo le prime manifestazioni, negli anni cessò l’abbinamento con l’attività sportiva e rimase la manifestazione artistica.
Così ebbe inizio la Mostra d’Arte in piazza Donatello, che raccolse di anno in anno un largo successo popolare, richiamando l’attenzione delle autorità cittadine e la partecipazione sempre maggiore di artisti qualificati.
Ogni volta, durante la manifestazione all’aperto che si concludeva con una cena, veniva festeggiato un personaggio del mondo culturale il cui profilo era modellato da uno scultore del gruppo su una medaglia a lui dedicata. Nasceva così il Premio Donatello: ancora oggi, ogni anno, il 13 dicembre (anniversario della sua morte) gli artisti del gruppo si radunano nella cripta di S.Lorenzo dove epongono ghirlande sulla del grande scultore; dopo la cerimonia la medaglia viene consegnata nello storico Caffè Gilli, sede preposta per la consegna del Premio Donatello. Una copia della medaglia viene depositata presso il Museo del Bargello.
Tra coloro che sono stati festeggiati negli anni figurano Giorgio La Pira, Piero Bargellini, Marino Marini. Bruno Cicognani, Indro Montanelli, Giovanni Spadolini, Mario Luzi, Primo Conti, Harold Acton, François Mitterrand, Antonio Paolucci, Giovanni Michelucci, Margherita Hacke, Franco Cardini, Zubin Mehta e tanti altri.

La storia del Gruppo è ampiamente illustrata nel volume di Gianni Oliveti “GRUPPO DONATELLO SESSANT’ANNI DI STORIA” pubblicato nel 2012 in occasione della XLII Mostra in Piazza.